Come calcolare l'energia elettrica dopo l'installazione dei pannelli solari

    Come calcolare l'energia elettrica dopo l'installazione dei pannelli solari

    La potenza contrattata rappresenta una parte fissa che paghiamo mensilmente sulla nostra bolletta elettrica. È rappresentato in kilowatt (kW) e misura la quantità di dispositivi elettrici che possono essere utilizzati contemporaneamente nell'abitazione senza interruzione dell'alimentazione o intervento di due cavi (attivazione dell'ICP).

    Tutto ciò definisce un costo regolamentato che viene applicato a copertura dei costi generati dal sistema elettrico, denominato portage di accesso attribuito al punto di fornitura. Pertanto, minori saranno le esigenze di consumo del veicolo, meno sarà necessario pagare.

    Installando pannelli solari riduciamo il consumo di elettricità della rete elettrica, quindi otteniamo miglioramenti nella parte fissa del nostro consumo di elettricità attraverso la riduzione dell'energia elettrica contrattata. Vedi come.

    Aspetti da considerare e metodi di calcolo dell'energia elettrica

    Quando si calcola la potenza elettrica necessaria per un veicolo è necessario prendere in considerazione diversi fattori, i più importanti dei quali sono:

    – Consumo in kW/h di tutti gli elettrodomestici e dispositivi elettrici e quanti ne vengono utilizzati contemporaneamente

    – Le esigenze di utilizzo della luce e gli orari degli abitanti della casa

    – La dimensione dell’auto, rappresentata in metri quadrati

    Successivamente, per effettuare il calcolo, possono essere utilizzate diverse metodologie, come le seguenti:

    – Condurre uno studio sulla potenza libera. Selectra, ad esempio, stima gratuitamente la potenza necessaria della casa in base alle esigenze del cliente e alle condizioni di fornitura.

    – Assumi un elettricista autorizzato, che viene a casa per determinare le caratteristiche della fornitura e calcolare la potenza più adeguata.

    – Utilizzando un calcolatore energetico online, che permette di conoscere una stima della potenza da contrarre, fornendo le caratteristiche della casa, di due elettrodomestici e di due abitanti

    Passi per modificare il potere contrattuale

    Per modificare la potenza contrattata dovremo contattare il nostro fornitore di energia elettrica con la seguente documentazione:

    – Dati dell'intestatario del contratto: nome, cognome, documento di riconoscimento e contatto

    – Kilowatt di energia elettrica attuale

    – Kilowatt di potenza che desideri contrarre

    – Informazioni postali del veicolo e codice elettrico CUPS

    Il processo entrerà in vigore entro un massimo di 20 giorni e potrà essere svolto di persona presso i nostri sportelli, anche se per una maggiore celerità è consigliato l'utilizzo dei canali telefonici o online.

    Qual è il prezzo per la modifica dell'energia elettrica contrattata?

    Il prezzo di alterazione della potenza contrattata in un locale costituisce un insieme di direitos regolamentati per il distributore di zona. Rappresenta un unico pagamento che dovrà essere versato sulla successiva bolletta elettrica, una volta avvenuto il cambio energetico.

    Per ridurre la potenza contrattualizzata dovrai pagare esclusivamente l'imposta di allacciamento, che non dipende dal numero di kilowatt ridotti, quindi avrai sempre un costo di 9,04 euro, più IVA.

    condividi
    Apri chat
    1
    Ciao
    Come possiamo aiutarti?