Equalizzatori batteria: perché sono necessari?

    Equalizzatori batteria: perché sono necessari?

    Per prolungare la durata della batteria ed evitare guasti prematuri, si consiglia che tutte le celle della batteria abbiano lo stesso stato di carica (SOC) durante le operazioni di carica e scarica.
    Gli equalizzatori sono quindi la soluzione migliore affinché le nostre batterie durino la vita utile prevista dal produttore, aumentandola anche del 20-30%.

    L'equalizzatore non fa altro che sovraccaricare le batterie in modo controllato per eliminare l'eventuale solfatazione che si è formata durante il tempo in cui sono state in condizioni di bassa carica.

    Cos'è l'equalizzazione della batteria?

    “L’equalizzazione è un metodo di ricarica il cui scopo è ripristinare la capacità di accumulo delle batterie, aumentarne l’efficienza e prolungarne la vita utile”

    Quando una batteria è in uso, l'acido solforico presente nell'elettrolito reagisce chimicamente con il piombo presente nelle piastre, producendo elettricità e solfato di piombo. Quando invece una batteria è in carica, avviene la reazione chimica inversa, dove il solfato si libera dalla piastra e ritorna nell'acqua formando acido solforico, mentre sulla piastra otterremo nuovamente piombo.

    Tuttavia, ad ogni ciclo di carica e scarica, una piccola quantità di solfato rimane attaccata alle piastre. Durante ogni carico e scarico, il solfato aderente aumenterà.
    Se il solfato di piombo rimane sulle piastre per lunghi periodi di tempo, si indurisce e si cristallizza, riducendo di conseguenza la capacità della batteria e rendendo impossibile fornire un'adeguata quantità di energia ai suoi terminali.

    Un altro effetto che si verifica nel tempo è che l'elettrolita (la miscela di acqua e acido solforico) tende a stratificarsi, dividendosi in strati. Questo effetto fa sì che la cella, e di conseguenza la batteria, non funzioni in modo uniforme, diminuendone anche la capacità e l'efficienza.

    Effetti di sovraccarico/scarica e carica di equalizzazione

    [Sovraccarico]
    Sottolinea le cellule e produce un'eccessiva gassificazione, richiedendo una sostituzione più frequente dell'acqua distillata.

    [Carica bassa e scarica eccessiva]
    Producono una maggiore solfatazione che riduce la durata della batteria e riduce la capacità delle celle a causa dell'effetto di autoscarica.

    – Ad esempio utilizzeremo una batteria da 12V. Pertanto, per una batteria solare da 12V con 6 celle da 2V in serie avremmo:

    sovraccarico cellulare

    La cella numero 6 ha raggiunto il suo valore di carica completo di 2,4 V e la carica di questa cella dovrebbe interrompersi. Ma la piena tensione della batteria non ha raggiunto il livello di assorbimento di 14,4V, quindi il caricabatterie continuerà a caricare la batteria fino a raggiungere tale valore.

    cella in eccesso

    Quando una cella raggiunge la tensione di scarica di 1,9 V, la scarica dovrebbe arrestarsi; tuttavia, gli inverter solari e i regolatori che proteggono la batteria dallo scaricamento eccessivo interromperanno l'uscita del consumatore una volta raggiunta la tensione della batteria di 11,4 V.

    Quando la tensione della batteria scende a 11,4 V, la cella con la tensione più bassa, la numero 1, si scaricherà eccessivamente con un valore di 1,73 V mentre le altre celle non hanno ancora raggiunto il livello critico di 1,9 V.

    carico di equalizzazione

    Durante queste cariche, la tensione della batteria sale a circa 15 V, il che aiuta la ricombinazione del solfato di piombo e equalizza la tensione della cella. Il processo di equalizzazione carica ad una tensione sufficientemente elevata da garantire il sovraccarico di tutte le celle che compongono la batteria.

    In sintesi, per ripristinare ed equalizzare la tensione delle celle che compongono una batteria e ricombinare il solfato prodotto durante le scariche, è necessario effettuare periodiche cariche di equalizzazione.

    Quando eseguire un'equalizzazione?

    Non esiste una regola che lo regola, ma si consigliano carichi di equalizzazione:

    – Per batterie nuove 1 volta ogni 50 giorni

    – Per batterie molto vecchie si può arrivare anche a 1 a settimana.

    – Le cariche di equalizzazione sono necessarie dopo scariche profonde e carica
    insufficiente.

    ATTENZIONE

    I nostri equalizzatori Sono appositamente progettati in modo che una volta collegati alle batterie NON vengano scollegati. Ciò massimizza l'efficienza poiché funziona continuamente con le batterie.

    Se avete domande, non esitate a contattarci contattarci, saremo felici di rispondere alle tue domande e aiutarti con tutto ciò che è necessario.

    condividi
    Apri chat
    1
    Ciao
    Come possiamo aiutarti?