Studio dei consumi prima dell'installazione dei pannelli solari

    Studio dei consumi prima dell'installazione dei pannelli solari

    Quando avviamo un progetto fotovoltaico nella nostra proprietà, è essenziale effettuare uno studio approfondito dei consumi per ottenere la massima redditività dai nostri pannelli solari, poiché influirà direttamente sul fatto che i risultati siano ottimali e reali.

    Per iniziare questa analisi è fondamentale conoscere e comprendere tutte le sezioni che compongono la nostra bolletta elettrica, quindi è fondamentale avere le ricevute degli ultimi 12 mesi o, in mancanza, quelle più recenti.

    Di seguito indichiamo le chiavi per estrarre correttamente i dati e gli aspetti più importanti di cui dobbiamo tenere conto.

    Consumo energetico dell'immobile

    L'energia consumata rappresenta un termine variabile nella nostra bolletta elettrica, quindi i kWh aumenteranno o diminuiranno in ogni periodo di fatturazione.

    Questo consumo ci permetterà di analizzare il fabbisogno energetico dell'immobile, ovvero se richiede più elettricità di notte, al mattino o se è regolare durante l'arco della giornata. Questo sceglierà il numero di pannelli solari necessari per dimensionare correttamente la tua installazione e produzione.

    Ad esempio, se l'immobile richiede più elettricità durante la notte che durante il giorno, sarà necessario incorporare nell'impianto una batteria al litio per immagazzinare l'energia prodotta dai pannelli durante il giorno per il consumo notturno.

    Energia elettrica contrattata nella proprietà

    L'energia elettrica contrattata rappresenta una parte fissa che paghiamo ogni periodo nella nostra bolletta elettrica, quindi è completamente indipendente dal consumo energetico

    Si esprime in kW e misura il numero di elettrodomestici che possono essere utilizzati contemporaneamente nell'immobile senza provocare interruzioni di corrente o sganci dei cavi.

    È un'informazione molto importante quando si tratta di dimensionare i nostri pannelli solari, poiché ci permette di conoscere la capacità elettrica da cui partire per poter dimensionare in base ad essa il progetto fotovoltaico.

    Costo della bolletta elettrica dell'immobile

    Infine dovremo verificare il prezzo che il consumatore paga per l'energia elettrica dell'immobile in modo da stimare realisticamente il ritorno dell'investimento fotovoltaico.

    È opportuno individuare innanzitutto se abbiamo un contratto regolamentato o libero, poiché ci consentirà di snellire maggiormente la gestione.

    Contratto regolamentato

    Se il contratto è regolamentato, avremo la tariffa PVPC, il cui prezzo è supervisionato dal Governo ogni giorno e ogni ora in base alla domanda e all'offerta esistenti nel mercato elettrico all'ingrosso.

    In questo caso, nell'effettuare lo studio sui consumi sarà necessario consultare il prezzo dell’energia elettrica oggi nella BOE, oltre al prezzo medio per kWh pagato negli ultimi mesi. Essendo un mercato così instabile, otterremo un calcolo meno accurato del ritorno sull’investimento.

    Contratto libero

    Se il nostro contratto elettrico è gratuito, sarà molto semplice individuare il costo dell'energia elettrica nella suddivisione delle fatture.

    In questo caso potremmo trovarci di fronte a diverse situazioni:

    – Se abbiamo una tariffa fissa, pagheremo un prezzo unico per il kWh

    – Se abbiamo una tariffa con discriminazione oraria, possiamo pagare due prezzi diversi per il kWh (picco e piatto) o tre (picco, piatto e valle)

    condividi
    Apri chat
    1
    Ciao
    Come possiamo aiutarti?